La Cooperativa sociale Civicozero nasce nel 2011 in continuità con attività realizzate a partire dal 2008 finanziate da Save the Children Italia.

La Cooperativa gestisce l’omonimo Centro a bassa soglia, situato nella città di Roma ed è volto a fornire supporto, orientamento e protezione a minori e neo-maggiorenni stranieri, in situazioni di marginalità sociale e devianza e sottoposti a rischio di sfruttamento e abuso, garantendo il miglioramento delle condizioni di vita e il rispetto dei loro diritti.  CivicoZero interviene in favore di minori migranti e non, tra i 12 e i 18 anni e si pone come punto privilegiato di osservazione fenomenologica, per poter poi sviluppare e adattare interventi ed essere sempre capaci di dare risposte ai bisogni dei minori.

La centralità dell’intervento è data al minore considerato come un soggetto attivo, competente e in grado di partecipare, se adeguatamente supportato. CivicoZero ha come finalità quella di accogliere il minore in un luogo considerato protetto, impostando uno specifico lavoro affinché possa sentirsi, ascoltato e compreso.

Gli interventi vengono effettuati da un team multidisciplinare composto per metà da mediatori culturali che forniscono ai minori la possibilità di esprimersi nella propria lingua, esigenza ritenuta primaria. Il team realizza attività esterne ed interne al centro diurno. Per quanto riguarda le attività esterne vengono realizzate uscite di outreach, di cui parleremo in seguito, visite ai musei e ai luoghi di interesse della città.

All’interno del Centro, invece, vengono realizzate attività di consulenza legale, sanitaria, laboratori, partecipazione di bambini e adolescenti, formazione e orientamento al lavoro e networking.



Per saperne di più …

Il Centro a bassa soglia accoglie in media 100 nuovi minori al mese e registra circa 60 ingressi al giorno principalmente originari di Egitto, Eritrea, Gambia e Nigeria.

Il Centro offre servizi di base (docce, panini/pasti, lavatrici, cambio biancheria e abiti), postazioni internet con accesso controllato, utilizzato da circa 40 minori ogni giorno, uno spazio ricreativo con annessa una piccola palestra, atelier espressivi. A partire dal 2014 la Cooperativa attiva percorsi formativi attraverso tirocini di inserimento lavorativo, durante i quali i beneficiari vengono costantemente affiancati dal tutor e viene loro assegnata una borsa lavoro.

Il percorso ideato appositamente per questo target è attento alle specificità e alle necessità dei ragazzi e presenta le seguenti peculiarità:

  • Utilizzo di un approccio comunicativo elaborato a partire dalle necessità del minore;
  • Stimolo della partecipazione mediante l’utilizzo di differenti modalità espressive;
  • Disposizione dello spazio classe in cerchio e assenza di lezioni frontali;
  • Utilizzo di materiali child friendly selezionati per la particolare tipologia di utenti (msna);
  • Utilizzo dei new media come supporto all’apprendimento.