Per garantire l’efficacia e il raggiungimento degli obiettivi, considerando i target a cui si rivolge l’outreach su strada, l’intervento deve essere declinato in componenti o direttrici di lavoro, integrate tra loro. In primis, il lavoro diretto sui minori di strada, l’attenzione al coinvolgimento dei pari, il lavoro con gruppi di strada e reti informali di afferenza del target, la costituzione di una buona rete con i servizi presenti sul territorio.

Ciò permette una sempre aggiornata conoscenza del fenomeno, supportata da interventi di mappatura volti a rilevare la presenza su strada di minori e a riprogrammarsi rispetto agli eventuali cambiamenti del fenomeno.

In generale l’intervento di outreach è un intervento flessibile e creativo, nelle proprie modalità di espressione rispetto a ciò che succede in uscita ed è finalizzato al monitoraggio delle condizioni di vulnerabilità, informativa al target di riferimento, riduzione del danno.

Gli strumenti principali sono l’utilizzo di materiale informativo semplice, chiaro e tradotto in più lingue e materiale per animazione di strada.

Circa tre volte a settimana due operatori del team sono intervenuti su strada o in luoghi della città dove è stata confermata o mappata la presenza di minori target dell’intervento.